IRobot Roomba 895, un Ottimo Aiuto in Casa



iRobot Roomba 895

€€€€ su €€€€€
iRobot Roomba 895
9.4

Valutazione

9.4 /10

Pro

  • Ha la connessione WiFi e puoi gestirlo ovunque ti trovi tramite app
  • Ha un ottimo potere aspirante
  • Grazie alla sua altezza non elevata riesce ad andare anche sotto i letti e i mobili bassi
  • Pulisce bene i tappeti e tutti i tipi di pavimento
  • Il Virtual Wall a doppia funzione è eccezionale. Evita al robot di attraversare determinate aree della casa
  • Aspira bene, anche i peli degli animali
  • Ritorna automaticamente alla base per ricaricarsi
  • E’ facile ed intuitivo
  • Puoi programmare le pulizie
  • Facilissimo da svuotare

Contro

  • Il prezzo è un pò elevato
  • Non ha la mappatura visuale (con telecamera a bordo) come la serie 900
  • Non ha il telecomando, ma c’è l’app
  • Il compartimento dello sporco è piccolo

Il Roomba 895 è un robot aspirapolvere solido. Settarlo e gestirlo è semplicissimo grazie all’applicazione e la connessione WiFi. La parte più bella dell’app e della connettività WiFi è la comunicazione con le notifiche. Il Roomba 895 ti invia una notifica quando rimane bloccato, se ha dei problemi, quando il cestino è pieno ed anche quando completa con successo il suo lavoro.

Recensione irobot roomba 895

 

 

Le caratteristiche principali del Robot Aspirapolvere iRobot Roomba 895

Recensione irobot roomba 895: Dual Mode Virtual Wall

  • Pulisce tutti i tipi di pavimento. Automaticamente setta la sua altezza per mantenere le spazzole a stretto contatto con i differenti tipi di pavimento e riesce a pulire efficacemente tappetti e pavimenti duri.
  • L’esclusivo e intelligente sistema di navigazione iAdapt consente a Roomba di calcolare e adeguare i propri movimenti fino a 67 volte al secondo, di usare 40 diversi comportamenti e 3 modalità di pulizia, per il massimo del pulito su ogni superficie, anche dietro tende, copriletto e copridivano.
  • Seguendo i contorni dei mobili, delle gambe dei tavoli, delle sedie e dei portagiornali, il robot non lascia scoperte neanche le aree più nascoste.
  • La sua altezza di appena 9,2 cm gli permette di pulire anche sotto i mobili, letti e divani.
  • Grazie alla tecnologia Wall Following il Roomba 895 riconosce le pareti e le segue per tutta la loro lunghezza rimuovendo la polvere anche lungo il battiscopa.
  • Gli appositi sensori fanno si che il contatto con i mobili e con gli altri oggetti della casa sia sempre delicato, mentre quelli di dislivello consentono a Roomba 895 di evitare gradini e scale.
  • Ha la Connessione Wi-Fi e puoi “comandarlo” tramite smartphone. Si può, ovunque ci si trovi, chiedere al robot di iniziare a pulire premendo semplicemente il pulsante Clean visualizzato sul display. Ma si può anche programmare l’ora di inizio delle pulizie per ogni giorno della settimana e avere sottomano un report dettagliato degli ultimi interventi di pulizia e della rispettiva durata. Inoltre, è possibile ricevere notifiche sullo stato del Roomba in modo da essere avvisati quando è necessario effettuare la manutenzione di spazzole, filtri o semplicemente svuotare il cassetto della polvere.
  • Pulizia a tre fasi. Nella prima fase la spazzola laterale raccoglie lo sporco lungo i muri e negli angoli. Nella seconda fase il sistema a due spazzole contro-rotanti in gomma, poste al di sotto di Roomba, raccoglie lo sporco più voluminoso. L’ultima fase è quella di aspirazione. Rimuove i detriti residui e la polvere più sottile convogliandoli nel cassetto raccogli-polvere.
  • Gli speciali filtri Aeroforce impediscono anche alle particelle più sottili di essere re-immesse nell’aria garantendo così un ambiente più salubre anche per le persone allergiche.
  • Virtual Wall a doppia funzione. Il Roomba 895 ha il Dual Mode Virtual Wall, un accessorio che può essere utilizzato in due modi diversi. La modalità Virtual Wall (muro virtuale) crea una barriera invisibile lunga 3m utile per delimitare l’area di lavoro del Roomba all’interno di una stanza o un’area specifica. La modalità Halo (alone), crea una zona off-limits circolare del diametro di 1,2 metri all’interno della quale il Roomba non potrà accedere, ideale in prossimità di oggetti delicati o delle ciotole del cibo del proprio animale domestico affinchè non vengano rispettivamente urtati o rovesciate.

Cosa contiene la scatola

  • iRobot Roomba 895
  • 1 stazione di carica “Home Base”
  • 1 cavo elettrico di alimentazione della “Home Base”
  • 1 barriera doppia funzione Virtual Wall
  • 2 batterie AA
  • 1 filtro HEPA di ricambio
  • Guida Utente

Video dimostrativo dell’iRobot Roomba 895

Prezzo iRobot Roomba 895

EUR 599,90

EUR 578,00

Oggi risparmi EUR 21,90, il 4%!

Cosa mi piace dell’iRobot Roomba 895

  • Ha la connessione WiFi e puoi gestirlo ovunque ti trovi tramite app
  • Ha un ottimo potere aspirante
  • Grazie alla sua altezza non elevata riesce ad andare anche sotto i letti e i mobili bassi
  • Pulisce bene i tappeti e tutti i tipi di pavimento
  • Il Virtual Wall a doppia funzione è eccezionale. Evita al robot di attraversare determinate aree della casa
  • Aspira bene, anche i peli degli animali
  • Ritorna automaticamente alla base per ricaricarsi
  • E’ facile ed intuitivo
  • Puoi programmare le pulizie
  • Facilissimo da svuotare
  • I sensori sono accurati

Cosa non mi piace dell’iRobot Roomba 895

  • Il prezzo è un pò elevato
  • Non ha la mappatura visuale (con telecamera a bordo) come la serie 900
  • Non ha il telecomando, ma c’è l’app
  • Il compartimento dello sporco è piccolo

Cosa dicono del Roomba 895 gli utenti Amazon.it che l’hanno già acquistato ed usato

Valutazione utenti Amazon.it: 4,7 su 5 stelle

La recensione più positiva

(5,0 su 5 stelle) Pulizia in totale relax con un prodotto innovativo e di qualità.

iRobot è la società che ha inventato questo oggetto e il relativo mercato per la pulizia automatica degli ambienti domestici e, come sempre accade, mantiene un primato tecnologico e ingegneristico indiscutibile, anche se la concorrenza è molto agguerrita e le barriere all’ingresso ad altri player di mercato, tendono ad abbassarsi (ECOVACS tra tutti).
Il modello in esame, della serie 800, quasi il top di gamma, ha la caratteristica di essere comandato tramite specifica app scaricabile da Google Play o da Apple store rispettivamente per dispositivi Android e per iOS.
Con la app “iRobot Home”, il robot Roomba rileva la rete Wi-Fi dopo aver premuto contemporaneamente il tasto “Home” e il tasto “Spot” e, dopo l’inserimento delle opportune credenziali di rete, viene visto come un device connesso e conseguentemente pilotabile tramite smartphone. E’ bene precisare che per gestire il robot, il segnale WI-FI deve essere a 2.4 Ghz.
Nelle dotazioni, quindi, non c’è il telecomando (esistente in altri modelli di gamma più bassa); quindi il Robot può essere comandato solo con la app o manualmente. A dire il vero, per il prezzo che dobbiamo sborsare per acquistarlo, non sarebbe stato male se ci fosse stato anche il telecomando, soprattutto per coloro che potrebbero avere difficoltà all’utilizzo dello smartphone per funzioni della specie (seppur estremamente semplificate), ma anche, in molti casi, difficoltà nel piegarsi per andare a spegnere/accedere il robot o raccoglierlo quando la batteria è esaurita o per motivi di altra natura (garbuglio, ribaltamento, etc.).

CONTENUTO DELLA SCATOLA
La scatola di imballo, in cartone, è personalizzata iRobot con le relative caratteristiche (modello, peso lordo, netto, dimensioni). All’interno, la scatola di confezione, molto curata, con maniglia in plastica per il trasporto, la riproduzione fotografica del modello, le caratteristiche del robot e alcune specifiche tecniche in varie lingue.
Il contenuto della scatola di confezione è il seguente:
• iRobot Roomba modello 895;
• n. 1 stazione di carica “Home Base”;
• n.1 cavo elettrico di alimentazione della “Home Base”;
• n. 1 barriera doppia funzione Virtual Wall;
• n. 2 batterie AA
• n. 1 filtro HEPA di ricambio;
• n. 1 Guida Utente

CARATTERISTICHE FISICHE E TECNICHE
Il iRobot Roomba 895 pesa kg. 3,8 (peso non indifferente) è alto cm. 9,2 e ha un diametro di cm. 34,5; questo modello è stato progettato per la pulizia di pavimenti duri; nella parte superiore, al centro troviamo il tasto CLEAN per avviare la pulizia con i due simboli “Home” e “Spot” e la maniglia per il sollevamento. Il colore bronzo della parte superiore, rimane elegante e sobrio e si intona ai più disparati ambienti. Nella parte sottostante del Roomba sono inserite due ruote motrici gommate, per maggiore aderenza, con ammortizzazione, ruotino direzionale anteriore, spazzola laterale ruotante a tre raggi, due rulli centrali in materiale gommoso controrotanti (facilmente smontabili in caso di groviglio), aspiratore, sensori anticaduta e di rilevazione sporcizia nonché due placche metalliche per la ricarica nella Home Base. Tramite apposito “pulsante” posizionato nella circonferenza del robot, è possibile estrarre il serbatoio di raccolta dello sporco, non particolarmente ampio (l. 0,6) al cui interno è presente un piccolo filtro HEPA. Il serbatoi e il filtro HEPA, quando sono pieni, vengono opportunamente segnalati da una spia rossa “cestino” sia sul dispositivo sia sulla app. A questo punto il serbatoio di raccolta deve essere svuotato e il filtro HEPA ripulito affinché l’attività del robot possa riprendere.
Vicino ai rulli è ricavato l’alloggiamento della batteria agli ioni di litio, priva di effetto memoria, che consente di ricaricare sempre il robot a prescindere dalla carica residua. Inoltre la batteria viene sottoposta, nella Home Base, ad una scarica lenta per evitare una ricarica completa dopo una pausa più o meno prolungata. E’ comunque consigliabile attivare, possibilmente ogni giorno, il robot.
Nelle dotazioni, oltre alla stazione di ricarica e il cavo per la presa elettrica a spina europea e non schuko, troviamo il Virtual Wall con le relative batterie (2 AA) che, attivato, crea una barriera invisibile ma individuabile dai sensori del robot affinché non venga varcata (zone/stanze vietate al robot). Le dimensioni della barriera virtuale, che possono essere attivate, sono di due tipi: una lineare cuneiforme di 3 metri, l’altra semi circolare di cm. 60 a destra e a sinistra a partire dal centro del Virtual Wall.
Oltre ad un filtro HEPA di ricambio (debitamente sigillato) è presente un manuale utente molto ben fatto ed esaustivo al quale si rimanda per i dettagli del caso. La manualistica è disponibile con le funzioni integrate nella app e il manuale, in formato PDF, è scaricabile direttamente dal sito del produttore.

TEST
La prima cosa da fare è posizionare correttamente la Home Base in un luogo senza ostacoli intorno che possano impedire al robot di ritornare “at home” a fine pulizia per la ricarica. In particolare la stazione di ricarica deve avere almeno m. 0,5 liberi su ogni lato, almeno m. 1,2 davanti e deve trovarsi a non meno di m. 1,2 dalle scale. Inoltre deve avere almeno uno spazio di m. 2,4 dalle barriere virtuali (Virtual Wall).
La Home Base va posizionata vicino ad una presa di corrente per evitare di lasciare troppo cavo tra base e spina.
Completato il posizionamento della Home Base, vanno rimosse le linguette sigillo presenti sulla base del robot per sbloccare il serbatoio dello sporco e abilitare la batteria. Attenzione perché l’estrazione della linguetta della batteria potrebbe distaccarne i contatti come è successo a me, provocando un falso contatto e quindi inibendo il funzionamento; in questo caso procedere all’apertura del vano batteria e ricollocare a pressione la stessa.
Anche se la batteria, all’arrivo del robot, è parzialmente carica, consiglio di effettuare una carica completa, prima di iniziare il lavoro di pulizia.
Posizionato il robot sulla Home Base, inizierà il ciclo di carica, evidenziato della spia carica batteria lampeggiante sopra il tasto centrale CLEAN. Accanto a tale spia è presente quella di ricezione del segnale di rete (simbolo che, se è tutto ok, sarà a luce bianca). Altre spie rosse presenti nella zona, sono quella di serbatoio pieno (cestino) e di risoluzione problemi (triangolo di pericolo). Durante la carica, la spia batteria lampeggia arancione, diventando verde fisso a carica completa.
Il robot è comunque dotato di un time out di 60 secondi, trascorso il quale le spie e il tasto CLEAN si spengono.
Dopo la carica, il robot può iniziare le pulizie attivando la app.
Premendo a questo punto CLEAN sullo smartphone, il robot inizia la sua attività, staccandosi dalla base e iniziando a percorrere lo spazio da pulire in modo apparentemente casuale concentrandosi però nelle zone meno accessibili e a maggior probabilità di presenza di sporco. I sensori permetteranno al robot di urtare delicatamente gli oggetti durante la pulizia (porte, mobili, muri, etc.) cambiando la direzione e, nel contempo, il sistema di pulizia aeroforce a 3 stadi utilizzando una combinazione ottimale di estrazione, turbolenza e aspirazione, garantisce una perfetta pulizia anche degli angoli e dei bordi delle pareti.
La app “iRobot Home” permette, di programmare il giorno e l’ora di inizio lavoro del robot per ogni giorno della settimana affinché l’attività possa essere gestita in totale autonomia, tiene le statistiche del “diario di bordo” del robot inviando allo smartphone le notifiche degli eventi ed ha anche la funzione per individuare il robot. Altra funzionalità, molto utile della app, è quella di poter comandare a distanza il robot per la pulizia, a prescindere dal luogo e dalla copertura WI-FI; infatti è possibile attivare il robot da remoto (dall’ufficio e da qualunque altra location) utilizzando la app come se fossimo in casa. Nelle impostazioni della app è definibile, tra le altre cose, il nome del robot e la lingua.
La navigazione del robot sembra abbastanza sconclusionata e senza apparente logica ma in realtà è finalizzata a coprire tutte le superfici ripassando più volte in quelle particolarmente sporche e difficili da raggiungere. Gli ostacoli vengono toccati delicatamente per poi cambiare direzione o girare intorno ad essi o scavalcandoli se in rilievo (es. piantane). In caso di ostacoli quali fili o altri oggetti difficilmente identificabili, il robot interrompe la pulizia notificando alla app ed evidenziando nella zona comandi, il problema.
Ostacoli piccoli e leggeri quali scarpe cuscini ed oggetti simili vengono spostati e confinati ai muri o in zone poco accessibili presenti nella zona operativa.
Sotto il letto o sotto i divani il robot permane molto perché sono le zone dove maggiormente si annida lo sporco ed è proprio qui che dà il massimo della capacità di pulizia e aspirazione. Anche sui tappeti a pelo raso i risultati sono ottimi, mentre è assolutamente sconsigliabile farlo navigare su tappeti a pelo lungo o vicino a tendaggi che toccano terra.
Il modello in esame non ha la mappatura dell’ambiente in cui opera e quindi non potendola “archiviare” non riesce ad essere ripetitivo e ottimizzare il percorso. Posizionando il robot in zone particolarmente sporche con detriti evidenti, premendo il tasto “spot” sul robot, viene attivata una navigazione a spirale di circa un metro di diametro verso l’esterno, ritornando alla posizione di partenza mediante un movimento a spirale verso l’interno fino a completare l’opera di pulizia. Tale funzionalità non è presente sulla app iRobot Home.
Da sottolineare che, nonostante sulla guida utente l’autonomia operativa dichiarata del robot, con batteria carica, sia di 60 minuti, alla prova del test sul campo, tale autonomia si è rivelata molto superiore pari a 109 minuti. La cosa veramente eccezionale è che quando la batteria è in fase terminale, il robot calcola il livello di autonomia della batteria necessario affinché possa ritornare direttamente alla Home Base per la ricarica, senza alcun intervento manuale. Inoltre, durante il lavoro il livello di rumore del robot, misurato, è risultato essere compreso tra un minimo di 54 Db ed un massimo di 70 Db.
Anche se la pulizia svolta dal robot è eccellente (nel mio caso in particolare con due cani e un gatto e una casa molto grande) è necessario fare adeguata manutenzione se si vogliono mantenere efficienti la meccanica e le funzioni, finalizzate alla migliore pulizia possibile. In particolare, a cadenze più o meno regolari, procedere:
• allo svuotamento del serbatoio;
• alla pulizia del filtro HEPA e sua sostituzione quando esausto;
• alla eliminazione di filamenti/peli animali dalla spazzola o dai rulli;
• alla pulizia delle ruote e del ruotino;
• alla pulizia dei sensori.

CONCLUSIONI
Gli aspirapolvere da pavimento della iRobot costano molto ma la sostanza c’è eccome….
L’ingegneria robotica, l’elettronica, l’informatica, la qualità dei materiali, la cura dei particolari sono di qualche spanna ancora sopra tutti i concorrenti. Non a caso i fondatori e innovatori (uno di essi, oggi CEO, Colin Angle), hanno chiamato la società iRobot scimmiottando analogo e forse irraggiungibile innovatore nel campo degli smartphone. Con questo modello, inoltre, gestibile tramite app, sarà più facile apportare ai dispositivi della specie, implementazioni o correzioni di errori al firmware del robot (cioè il software interno integrato con l’elettronica) a tutto benefico delle funzionalità per risultati sempre migliori e a basso costo. Anche i ricambi hanno prezzi non esorbitanti, elemento questo di ulteriore apprezzamento che, a mio avviso, fidelizza molto la clientela al brand.
Il prezzo è alto e da meditare (€ 649,00 ad agosto 2017), ma per le dotazioni, la qualità e la funzionalità “professional”, la app “iRobot Home”, lo reputo valido in relazione ad analoghi prodotti della concorrenza. Se poi vogliamo trovare delle mancanze, eccone alcune che però non vanno inficiare la mia totale soddisfazione per il prodotto:
• mancanza di un telecomando in affiancamento alla app;
• per l’alto prezzo del robot, la mappatura degli ambienti avrebbe dovuto essere in dotazione anche in questo modello (chissà se in futuro, con un aggiornamento del firmware, tale funzione potrà essere integrata….);
• funzionalità pulizia “spot” non presente tra le funzioni della app iRobot Home;
• la capacità del serbatoio è abbastanza ridotta, dovendo ricorrere spesso allo svuotamento.

Conclusioni sul Robot Aspirapolvere iRobot Roomba 895

Recensione irobot roomba 895: numero 1 mondial

 

In generale, l’iRobot Roomba 895 è un robot aspirapolvere solido.

Settarlo e gestirlo è semplicissimo grazie all’applicazione e la connessione WiFi. La parte più bella dell’app e della connettività WiFi è la comunicazione con le notifiche.

Il Roomba 895 ti invia una notifica quando rimane bloccato, se ha dei problemi, quando il cestino è pieno ed anche quando completa con successo il suo lavoro.

Diciamo che questo Roomba è una versione “slim” rispetto ai modelli 980 e 960, ma tutto dipende se sei disposto a spendere sopra i 600€ per i Serie 900.

Personalmente, acquisterei il Roomba 960, per le funzionalità in più e perchè il prezzo è di qualche decina di euro superiore a quello di questo modello.

Altrimenti, se vuoi risparmiare qualche soldino e prendere un robot aspirapolvere che aspira bene senza tantissimi fronzoli, il Roomba 895 non ti deluderà.

Altri prodotti che ti potrebbero interessare

You may also like...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *